Accedi | Seguici su

"Apparizioni di Gesù e dell ‘Immacolata Concezione
in Giampilieri Marina (Messina)" » approfondisci

GIAMPILIERI MARINA 12/11/2017
MESSAGGIO DI GESU’ Figli miei,
vi voglio dare per tutti l’insegnamento, è questo: che troppi conoscono le parole della legge, ancora troppi per quanto siano pochi, perché tutti dovrebbero saperle e metterle in pratica, ma che conoscono unicamente le Mie parole.
Figli miei, non le vivete. Ecco l’errore. Il deuteronomio prescriveva leggi di umanità perché gli uomini allora erano per puerizia spirituale dei belluini, dei semi selvaggi.

Andavano guidati per mano per i fioriti sentieri della pietà, del rispetto, dell’amore verso il fratello che perde un animale, verso l’animale che cade, verso l’uccello che cova, per insegnare loro a salire a pietà, rispetto, amore, più alti.
Figli miei, ma quando Io sono venuto ho perfezionato le norme mosaiche ed ho aperto orizzonti più vasti.
Figli miei, non era più il tutto, lo spirito è diventato il tutto. Al di là del piccolo atto umano verso un nido e i suoi abitatori occorre vedere il riposto significato del Mio gesto: inchinarmi Io, figlio del creatore, davanti all’opera del creatore. Anche quella covata è opera Sua.
Figli miei, felici sono quelli che in ogni cosa sanno vedere Dio e servirlo con spirito d’amore riverente e guai a coloro che simili al serpe non sanno alzare il capo dal loro fango e, non potendo avere canto di lode a Dio che si mostra nelle opere dei fratelli, mordono costoro per esuberanza di veleno che li strozza. Troppi ce ne sono che torturano i migliori dicendo, a giustificazione della loro perversità, che è bene fare ciò per rispetto alla legge. Legge loro, non di Dio, il quale se non può impedire le loro opere malvagie,  sa anche fare vendetta dei suoi piccoli.
Figli miei, in verità vi dico che nessun uomo, pur faticoso che sia il suo sentiero per giungere al cielo, non farà mai un sentiero più faticoso e doloroso di quello che il Figlio dell’uomo percorse per venire dal cielo alla terra e dalla terra al sacrificio per aprirvi le porte del tesoro.
Ora vi benedico nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

 

Prenota il tuo pellegrinaggio

Contattaci per prenotare la visita a Giampilieri

Archivio messaggi

Newsletter

Confermo la lettura e accetto i Termini.  *